Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

mercoledì 30 aprile 2008

Sandwich (panini soffici)


Sono ottimi come stuzzichini, per un aperitivo o un buffet.


INGREDIENTI

1 kg di farina 0
110 gr di strutto (o burro)
500 gr di acqua (o latte)
50 gr di lievito di birra fresco (2 cubetti)
30 gr di malto d'orzo (o zucchero semolato)
25 gr di sale fino
1 uovo per spennellare


PROCEDIMENTO

Fare la fontana con la farina, unire il lievito e impastare leggermente con poca acqua, unire lo strutto, il malto, il sale e impastare con l'acqua fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Formare una palla, metterla in una ciotola e coprirla con pellicola per alimenti, poi con un canovaccio.
Far lievitare 25 minuti a temperatura ambiente.
Ricavare dei pezzetti di impasto di circa 60 gr l'uno, dare la forma caratteristica dei panini (a pallina o a filoncino), disporli ben distanziati su carta da forno, coprirli con un telo di nylon e farli lievitare 30 minuti a temperatura ambiente.
Cuocerli per circa 1 ora a 210°C e, a cottura quasi ultimata, spennellare con l'uovo sbattuto e, a piacere, cospargere con semi di papavero o sesamo e ultimare la cottura.
Sfornare, far raffreddare su una gratella per dolci e servire tagliati a metà e farciti con salumi, formaggi, maionese o patè.
Una variante consiste nel mettere nell'impasto già lievitato noci sgusciate e tagliuzzate grossolanamente (150 gr di noci per 1 kg di pasta già lievitata).

Pan mattino (panini semidolci)


Sono ottimi a colazione e a merenda, semplicemente spalmati di burro, marmellata, miele o farciti tipo sandwich.


INGREDIENTI

1 kg di farina
500 gr di latte
150 gr di biga
80 gr di zucchero (Più dolce: 70 gr di zucchero+70 gr di miele)
60 gr di lievito di birra fresco
10 gr di sale fino
uvetta (facoltativo)
gocce di cioccolato (facoltativo)
1 tuorlo per spennellare


Per la glassa al limone:

180 gr di zucchero a velo
il succo di 1 limone
poca acqua


PROCEDIMENTO

Fare la fontana con la farina, mettervi al centro la biga, unire il lievito sbriciolato e impastarlo leggermente con poco latte tiepido.
Unire lo zucchero, il sale (sciolto in poco latte tiepido) e impastare con il latte rimasto fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Prelevare piccole porzioni di impasto e dare le forme volute (treccina, pagnottina tonda, nido d'amore, girella, croissant, ecc), disporre ben distanziate su carta da forno, coprire con un telo di nylon e far lievitare a temperatura ambiente fino a raddoppio (circa 30 minuti).
Cuocere in forno preriscaldato a 200°C: quando prendono colore, abbassare a circa 170°C/180°C, spennellarli con il tuorlo d'uovo sbattuto e completare la cottura (devono rimanere soffici).
Sfornare, far raffreddare su una gratella per dolci e servire.
Se si vogliono glassati, non bisogna spennellarli con il tuorlo ma, solo quando sono stati sfornati, vanno spennellati con la glassa al limone (ottenuta mescolando bene gli ingredienti).
Si possono conservare in freezer dentro sacchetti per alimenti (senza la glassa) e scongelarli scaldandoli al momento dell'uso, facendo attenzione a mantenerli soffici.
Questi panini hanno un sapore piuttosto neutro e nell'impasto si possono aggiungere vari ingredienti a piacere (prima di dare loro la forma desiserata): gocce di cioccolato, uvetta, olive denocciolate, semi di sesamo, semi di finocchio, semi di papavero, semi di anice, ecc.

Streghe

Sono ottime portate in tavola al posto del pane, per un a merenda o anche per un aperitivo.


INGREDIENTI

1 kg di farina 0
350/400 gr di acqua
100 gr di biga (o pasta di pane comune o toscano)
100 gr di strutto
75 gr di olio extravergine d'oliva
50 gr di lievito di birra fresco (2 cubetti)
40 gr di sale fino
olio extravergine d'oliva


PROCEDIMENTO

Fare la fontana con la farina, mettervi al centro la biga, unire il lievito sbriciolato e impastare leggermente con poca acqua.
Unire lo strutto, l'olio e 20 gr di sale (sciolto in poca acqua) e impastare con l'acqua rimasta fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Spianare la pasta con il mattarello fino ad ottenere un sfoglia molto sottile (anche con la macchina della pasta) e sistemare su carta da forno.
Tagliare la sfoglia a rombi, bucherellare la superficie con la forchetta e cospargere di sale fino (20 gr) e poco olio.
Cuocere in forno preriscaldato a 220°C per circa 10-15 minuti, facendo attenzione a non farle colorire troppo (devono rimanere piuttosto chiare).
Sfornare e servire dentro cestini di vimini foderati con un canovaccio.
Una variante consiste nell'aggiungere all'impasto degli aromi a piacere, come semi di sesamo, semi di papavero, peperoncino in polvere, rosmarino tritato, salvia tritata, origano, salsa di pomodoro, zafferano, aglio tritato, ecc.

Panettone salato

Ottima soluzione per servire un rinfresco, un buffet o come aperitivo.


INGREDIENTI

1 kg di farina 0
110 gr di strutto (o burro)
500 gr di acqua (o latte)
50 gr di lievito di birra fresco (2 cubetti)
30 gr di malto d'orzo (o zucchero semolato)
25 gr di sale fino

PROCEDIMENTO

Fare la fontana con la farina, unire il lievito e impastare leggermente con poca acqua, unire lo strutto, il malto, il sale (sciolto in poca acqua) e impastare con l'acqua fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Formare una palla, metterla in una ciotola e coprirla con pellicola per alimenti, poi con un canovaccio.
Far lievitare 25 minuti a temperatura ambiente.
Formare delle palle da 500 gr, lavorarle appena con i pollici nella parte bassa per dare meglio la forma e porre ognuna negli appositi stampi di carta da panettone da 500 gr di capacità.
Coprire con un telo di nylon e far lievitare a temperatura ambiente fino a che arriva a due dita dall'orlo.
Cuocere in forno preriscaldato a 210°C per circa 40 minuti.
Sfornare, far raffreddare e tagliare prima a dischi di 1 cm orizzontalmente, farcire a piacere (con salse, salumi, verdure, ecc) un disco sì e uno no, poi tagliare a spicchi verticali.
Servire.

Panettone salato

Ottima soluzione per servire un rinfresco, un buffet o come aperitivo.


INGREDIENTI

1 kg di farina 0
110 gr di strutto (o burro)
500 gr di acqua (o latte)
50 gr di lievito di birra fresco (2 cubetti)
30 gr di malto d'orzo (o zucchero semolato)
25 gr di sale fino

PROCEDIMENTO

Fare la fontana con la farina, unire il lievito e impastare leggermente con poca acqua, unire lo strutto, il malto, il sale (sciolto in poca acqua) e impastare con l'acqua fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Formare una palla, metterla in una ciotola e coprirla con pellicola per alimenti, poi con un canovaccio.
Far lievitare 25 minuti a temperatura ambiente.
Formare delle palle da 500 gr, lavorarle appena con i pollici nella parte bassa per dare meglio la forma e porre ognuna negli appositi stampi di carta da panettone da 500 gr di capacità.
Coprire con un telo di nylon e far lievitare a temperatura ambiente fino a che arriva a due dita dall'orlo.
Cuocere in forno preriscaldato a 210°C per circa 40 minuti.
Sfornare, far raffreddare e tagliare prima a dischi di 1 cm orizzontalmente, farcire a piacere (con salse, salumi, verdure, ecc) un disco sì e uno no, poi tagliare a spicchi verticali.
Servire.

martedì 29 aprile 2008

Grissini

INGREDIENTI

500 gr di pane di pasta tenera condita
A piacere: semi di papavero, di sesamo, ecc.


PROCEDIMENTO

Prelevare piccole palline di impasto e formare dei grissini rotolando l'impasto sul piano di lavoro con le mani, allungando la pasta.
Se si vogliono unire dei semi, basta rotolare la pasta su questi già dall'inizio.
Disporli su carta da forno e cuocerli in forno preriscaldato a 200°C/220°C fino a doratura (pochi minuti): far raffreddare su una gratella o in un cesto di vimini coperto con un canovaccio e servire come aperitivo da soli o accompagnando con salumi arrotolati sopra.

Pane di pasta tenera condita (Pane al latte)


INGREDIENTI

1 kg di farina 0
500 gr di biga
450/500 ml di latte tiepido
75 gr di lievito di birra fresco (3 cubetti)
65 gr di strutto
50 ml di olio extravergine d'oliva
25 gr di malto d'orzo (o zucchero)
15 gr di sale fino


PROCEDIMENTO

Fare la fontana con la farina setacciata, mettervi al centro la biga, il malto e il lievito, impastare leggermente con poco latte, poi unire il resto degli ingredienti e impastare fino ad ottenere un'impasto liscio ed omogeneo (circa 5 minuti).
Prendere delle piccole porzioni d'impasto e dare le forme volute (spoletta, esse, yoyo, nido d'amore, ecc.), mettere le forme su fogli di carta da forno e coprire con un telo di nylon.
Farle lievitare a temperatura ambiente fino a raddoppio (circa 30 minuti), poi spruzzarle con un velo d'acqua (con un nebulizzatore) e cuocere in forno preriscaldato a 200°C/220°C fino a doratura (deve rimanere soffice).
Sfornare, far raffreddare su una gratella o in un cesto di vimini coperto con un canovaccio e servire.
A questo punto si può anche congelare, mettendolo in sacchetti per alimenti e mettendolo in freezer.
All'occorrenza, togliere dal freezer e mettere direttamente in forno caldo finché non saranno caldi e fumanti.
Questo impasto si può utilizzare anche per pizza e grissini.

Crescente bolognese (Focaccia con i ciccioli)


INGREDIENTI

1 kg di pasta di pane (a pasta dura condito)
300 gr di pancetta (o prosciutto crudo, o lardo) a cubetti
olio extravergine d'oliva


PROCEDIMENTO

Impastare la pasta lievitata con la pancetta fino a distribuirla bene in tutto l'impasto, stenderla in una teglia ricoperta con carta da forno, pizzicare la superficie con le dita e spennellarla con olio.
Coprirla con un telo di nylon e farla lievitare a temperatura ambiente fino a raddoppio (circa 30 minuti).
Cuocerla fino a doratura in forno preriscaldato a 180°C/200°C (circa 15-20 minuti), sfornarla e farla raffreddare.
Tagliarla a rombi e servirla come antipasto, merenda o accompagnamento per salumi.
Volendo si può tagliare a metà e farcire con salumi d'ogni tipo: indimenticabile con la mortadella.

Torcetti

INGREDIENTI

500 gr di pasta di pane (a pasta dura condita)
150 gr di pancetta (o prosciutto, o lardo) a cubetti
olio extravergine d'oliva


PROCEDIMENTO

Amalgamare bene la pasta con la pancetta fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Stendere l'impasto abbastanza sottile aiutandosi con un mattarello, spennellare la superficie con l'olio e tagliare dei rettangolini di 1cmx4cm circa.
Rigirarli tra le dita formando una specie di "stricchetto" e disporli ben distanziati su carta da forno.
Coprirli con un telo di nylon e farli lievitare a temperatura ambiente fino a raddoppio (20-30 minuti).
Cuocere fino adoratura (pochi minuti) in forno preriscaldato a 180°C, sfornare e servire tiepidi come aperitivo.

Pane toscano


INGREDIENTI

1 kg di farina 00
500 gr di biga
500 ml di acqua tiepida
10 gr di lievito di birra fresco
7 gr di sale fino


PROCEDIMENTO

Fare la fontana con la farina setacciata, mettervi al centro la biga e il lievito e impastare leggermente unendo poca acqua.
Unire il sale sciolto in poca acqua e impastare unendola tutta, fino ad ottenere un impasto abbastanza omogeneo (5 minuti).
Metter in una ciotola, coprire con pellicola, poi con un canovaccio e far lievitare a temperatura ambiente per 1 ora.
Ricavare dall'impasto dei pezzi di circa 350/400 gr, formare con ognuno una palla e porre le palle a lievitare per 30 minuti a temperatura ambiente, coperte da un telo di nylon.
Formare le pagnotte capovolgendo le palle, lavorandole appena solo con i pollici e arrotolandole sulla farina (devono essere molto infarinate).
Disporle su carta da forno ben distanziate e coprire con il telo di nylon, facendole lievitare altri 20 minuti.
Cuocerle in forno preriscaldato a 200°C per i primi 15 minuti e a 180° per gli ultimi 15 (devono cuocere 30 minuti in tutto): se prendono troppo colore, abbassare ancora un po' la temperatura.
Sfornare, far raffreddare su una gratella o in un cesto di vimini coperto da un canovaccio e servire.
A questo punto si può anche congelare, mettendo il pane in sacchetti per alimenti e mettendoli in freezer.
Se si vuole un pane toscano salato, si deve aggiungere il 2% di sale (rispetto alla farina): ad esempio, su 1 kg di farina, unire 20 gr di sale in più.

Biga (impasto base o pasta lievitante)


INGREDIENTI (per 750 gr di biga)

500 gr di farina 00
250 ml di acqua tiepida (NON calda)
5 gr di lievito di birra
olio extravergine d'oliva


PROCEDIMENTO

Setacciare la farina, porvi al centro il lievito sbriciolato e unire l'acqua a poco a poco, impastando con le mani per cinque minuti, fino ad ottenere un panetto omogeneo.
Ungere il panetto massaggiandolo con poco olio, metterlo dentro una capiente ciotola unta d'olio e coprire con pellicola per alimenti, poi con un canovaccio.
Far lievitare a temperatura ambiente (minimo 10 ore, massimo 18 ore).


Suggerimenti generali per la panificazione:

- la lievitazione deve sempre avvenire lontano da fonti di calore
- se fa molto caldo, si può rallentare la lievitazione aggiungendo all'impasto il 2% (rispetto alla farina) di sale fino. Per esempio: su 500 gr di farina, unire 10 gr di sale
- raggiunta la lievitazione finale, la biga può essere utilizzata o riposta in freezer in sacchetti di nylon (al massimo per 1 settimana): se viene congelata, prima di utilizzarla e necessario scongelarla completamente a temperatura ambiente
- se si aggiunge il sale, è opportuno scioglierlo in poca acqua calda (altrimenti formerebbe delle antiestetiche macchie sulla crosta del pane) e unirlo all'impasto solo quando il lievito è già stato un po' impastato con acqua e farina, altrimenti non riuscirebbe a lievitare bene.

Spiedini di verdure alla griglia


Questi spiedini sono belli, colorati e ottimi se serviti con carne o pesce alla griglia.



INGREDIENTI (per 4 persone)

2 zucchine
2 cipolle di Tropea
1 peperone carnoso rosso
1 peperone carnoso giallo
1 rametto di rosmarino
olio extravergine d'oliva


Per la miscela:

1/2 bicchiere di olio di semi di girasole
il succo di 1 limone
1 cucciaino di sale fino
1 spolverata di pepe


PROCEDIMENTO

Tagliare le zucchine a rondelle di circa 1/2 cm, le cipolle a rondelle di 1/2 cm o a spicchi, i peperoni a quadri.
Infilzare le verdure in uno specchino alternandole, cuocerle sulla griglia ben calda, girare gli spiedini spesso e spennellarli di tanto in tanto con la miscela, ottenuta amalgamando bene gli ingredienti, intingendola con un rametto di rosmarino.
Servire in tavola tiepidi.
Sono ottimi gustati con un filo di olio extravergine d'oliva a crudo.

venerdì 25 aprile 2008

Bavarese light alle fragole (di Luisanna Messeri)


La versione ufficiale di Luisanna Messeri (tratta dalla trasmissione televisiva "Il club delle cuoche") è con i frutti di bosco, ma io l'ho rivisitata sostituendoli con le fragole.
E' un dolce leggerissimo, piacevole e fresco, adatto a finire un pasto abbondante e per una salutare merenda.


INGREDIENTI (per 6 persone)

500 gr di yogurth greco
2 cucchiai di zucchero
200 gr di fragole
15 gr di colla di pesce
frutta fresca e menta fresca per guarnire


PROCEDIMENTO

Mettere i fogli di colla di pesce in una ciotolina e ricoprire con acqua fredda e far ammorbidire 10 minuti.
Mettere i fogli di gelatina leggermente strizzati in un pentolino e sciogliere per pochi istanti a fuoco bassissimo mescolando.
Far raffreddare e tenere da parte.
In una ciotola, mescolare delicatamente lo yogurth con lo zucchero, unire la frutta frullata, poi la colla di pesce.
Amalgamare il tutto mescolando piano col cucchiaio di legno e versare il composto in uno stampo da budino di plastica o di alluminio (volendo si può ricoprire con pellicola per alimenti per sformarla meglio quando si porta in tavola).
Coprire con pellicola a contatto e mettere in frigorifero almeno tre ore prima di servire.
Sformare la bavarese su un piatto da portata e guarnire con frutta fresca e foglioline di menta.

domenica 13 aprile 2008

Pollo al curry iraniano (di Laura Ravaioli)

INGREDIENTI

1 kg di pollo (a pezzi o petto di pollo a cubetti)
250 gr di yogurth greco (o di capra, denso)
4 tuorli
1/2 cipolla
2 cucchiai di curry in polvere (medio o piccante)
4 cucchiai di farina
sale
pepe


PROCEDIMENTO

Far rosolare la cipolla tritata fine in abbondante olio, unire il pollo, farlo rosolare bene, salare e pepare.
Bagnarlo con acqua bollente e portarlo a metà cottura, facendo evaporare l'acqua.
Per la salsa al curry: mettere lo yogurth in una pentola su fuoco moderato, unire i tuorli, il curry e mescolare.
Versarvi la farina setacciata a pioggia e portare a ebollizione sempre mescolando.
Appena spicca il bollore, togliere dal fuoco e unire la salsa al pollo.
Mescolare bene e far terminare la cottura del pollo nella salsa a fuoco bassissimo.
Servire accompagnando con riso a grana unga bollito.
Il pollo al curry è ancora più buono se si consuma il giorno dopo, riscaldandolo.

Guacamole - Crema di avocado messicana (di Laura Ravaioli)


Ecco la classica salsa di avocado messicana, da servire come aperitvo accompagnata da nachos caldi e salsa piccante, sorseggiando birra gelata o margarita.



INGREDIENTI


4 cipollotti bianchi
2 peperoncini verdi lunghi piccanti
1 pomodoro ben maturo
1 avocado
il succo di 1 lime
1 cucchiaino di tabasco
sale


PROCEDIMENTO

Tritare finemente con il coltello la cipolla, ipeperoncini (eliminando i semi) e il pomodoro (dopo averlo spellato e tolta la parte dura centrale) e metterli in una ciotola.
Pelare l'avocado col pelapatate, dividerlo a metà per il lungo e togliere il grosso nocciolo.
Immergere subito la polpa nel succo di lime spremuto, per non fare annerire.
Tagliare col coltello l'avocado a cubettini finissimi, schiacciarlo con una forchetta rendendolo una poltiglia e unirlo alle altre verdure nella ciotola.
Aggiungere il tabasco, regolare di sale, mescolare bene il tutto e servire subito.

Crema di melanzane su crostini (di Laura Ravaioli)


INGREDIENTI

1 kg di melanzane strette e lunghe
1 mazzolino di prezzemolo
1 cucchiaio di aceto bianco
150 ml di olio extravergine d'oliva
1/2 cipolla (o 1 piccola)
150 gr di formaggio feta greco
1 pizzico di origano
sale
pepe
fette di pane per servire


PROCEDIMENTO

Lavare e asciugare le melanzane intere (col picciolo), punzecchiarle con una forchetta e disporle su una teglia ricoperta con carta da forno.
Cuocerle in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti.
Sfornarle, raschiarne la polpa con un cucchiaio e metterla in un canovaccio pulito.
Strizzare bene il canovaccio facendo fuoriscire tutta l'acqua di vegetazione, avendo cura di eliminarla tutta.
Aprire il canovaccio, recuperare la polpa con un cucchiaio e metterla nel mixer con origano, aceto, 50 ml di olio e il formaggio.
Mixare fono ad ottenere una crema omogenea, metterla in una ciotola e unire il prezzemlo e la cipolla tritati finissimi col coltello.
Salare, pepare, mescolare bene, copreire con pellicola direttamente a contatto con la crema.
Riporre in frigorifero fino all'utilizzo.
Scaldare le fette di pane, spalmarle con la crema e servire subito come aperitivo.

Limao - salsa brasiliana (di Laura Ravaioli)

Ottima salsina da servire come accompagnamento alle frittelle di fagioli brasiliane (aracajè): si tagliano a metà le frittelle e si farciscono con questa deliziosa salsina.


INGREDIENTI

peperoncini tritati
succo di lime
cipolla tritata
aglio tritato


PROCEDIMENTO

Mescolare il tutto e servire in una ciotolina come accompagnamento.

Dolmè - bocconcini di patate ripieni iraniani (di Laura Ravaioli)

INGREDIENTI

20 patate novelle piccole a pasta soda
200 gr di carne macinata (manzo o agnello)
200 gr di burro fuso
3 cipolle medie
3 uova sode
4 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
olio extravergine d'oliva
sale
pepe


PROCEDIMENTO

Rosolare a fuoco basso la cipolla in una padella con poco olio, unire la carne e far rosolare bene.
Unire il concentrato di pomodoro sciolto in 4 cucchiai d'acqua, salare e pepare.
Rosolare bene, spegnere, unire prezzemolo e uova sode tritate col coltello e mescolare.
A parte, pelare le patate, tagliarne una fettina sottile alla base (perchè riescano poi a stare ferme nella pirofila) e scavarne un incavo centrale nella parte superiore con uno scavino.
Mettere il burro fuso in una pirofila, adagiarvi sopra le patate con l'incavo verso l'alto e avendo cura di posizionarle una accanto all'altra, senza lasciare spazi.
Spennellarle con burro fuso, salarle, riempire l'incavo con il ripieno con l'aiuto di un cucciaino.
Premere bene il ripieno, versarvi sopra un po' di burro fuso, dell'acqua calda e cuocere a 200°C per 45 minuti.
Servire come aperitivo.

Bolani Ye Badegian - melanzane con yogurth e menta iraniane (di Laura Ravaioli)

INGREDIENTI

2 melanzane
1 cipolla
300 gr di yogurth greco (o di capra, denso)
1/2 tazza d'acqua
1 mazzolino di menta fresca
sale
olio extravergine d'oliva
olio di semi di arachidi per friggere


PROCEDIMENTO

Toglire la buccia alle melanzane con un pelapatate, tagliarle a fette di 1 cm di spessore e metterle a strati in un colapasta alternandole a sale grosso, coprirle con un piatto, porvi sopra un peso e far perdere il liquido di vegetazione lasciandole così per circa 20 minuti.
Sciacquare bene le melanzane, asciugarle e friggerle in una padela con abondante olio bollente, farle dorare e scolarle su carta assorbente.
A parte, far dorare la cipolla in una padella con poco olio, unirvi le melanzane e l'acqua.
Far ritirare l'acqua e impiattare mettendo il tutto su un unico vassoio o su piattini monoporzione e ricoprire con qualche cucchiaio di yogurth.
Friggere la menta tritata in poco olio e versarla sopra lo yogurth.
Servire subito.

Sambousek - stuzzichini ripieni di carne egiziani (di Laura ravaioli)


Ottimi come aperitivo, questi stuzzichini possono avere un ripieno di carne, verdure o formaggi.


INGREDIENTI


Per la pasta:

500 gr di farina
200 ml di acqua
80 gr di olio extravergine d'oliva
1/2 cucchiaino di sale fino


Per il ripieno:

250 gr di polpa di spalla di agnello macinata due volte
1 cipolla tritata
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1/2 cucchiaino di pepe nero macinato
1/2 cucchiaino di pepe di jamaica macinato
1/2 cucchiaino di cannella macinata
olio extravergine d'oliva o di arachidi
sale
pepe


PROCEDIMENTO

Per la pasta: unire farina, olio e sale, impastando con l'acqua.
Impastare energicamente fino ad otenere una pasta morbida, ma non appiccicosa.
Formare una palla, metterla in una ciotola, coprirla con un canovaccio e far riposare 30 minuti.
Preparare il ripieno facendo rosolare in padella la cipolla con poco olio, alzare la fiamma e unire le spezie.
Farle rosolare un po', poi unire la carne, facendola dorare bene.
Spegnere il fuoco, far raffreddare e unire il prezzemolo.
Stendere la pasta alta 1/2 cm, aiutandosi con un po' di farina sul piano di lavoro (facendo attenzione a non infarinare la parte superiore della pasta, alrimenti poi non si salderanno bene i bordi).
Ricavare dei cerchi utilizzando un tagliapasta (tondo, grande e liscio), mettere un cucchiaino di ripieno al centro dei cerchi e coprire con altri dischi di pasta vuoti., premendo bene con le dita sui bordi per saldare bene, poi saldare i bordi ulteriormente utilizzando i rebbi di una forchetta.
Non utilizzare subito i ritagli di pasta rimasti, ma impastarli di nuovo e farli riposare ulteriormente, poi procedere come prima.
Friggere i sambousek in una capace padella con abbondante olio bollente, dorarli da entrambi i lati, scolarli su carta assorbente e servirli caldi.

Kofte - spiedini di carne turchi (di Laura Ravaioli)


INGREDIENTI


Per gli spiedini:

750 gr di carne macinata fine (manzo o agnello)
1 cipolla tritata
1/2 cucchiaio di cannella macinata
1 cucchiaio di paprika macinata
1 cucchiaio di cumino macinato
1/2 cucchiaio di coriandolo macinato
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaino di origano secco
1 cucchiaino di zatar (misto di spezie)
1 pizzico di sale
1 pizzico di pepe
olio per spennellare la carne


Per servire:

4 pomodori a pezzetti
1 cetriolo a listarelle
1 caspo di lattuga a striscioline
125 gr di yogurth al naturale
pane pita

PROCEDIMENTO

Mescolare la carne con tutte le spezie, la cipolla, le erbe, il sale e il pepe, usando le mani per amalgamare bene.
Formare delle polpette e modellarle col palmo della mano attorno agli spiedini di legno bagnati, facendo aderire la carne allo spiedino e allungandola fino a ricoprire tutta la lunghezza lo spiedino.
Spennellare la carne con olio, cuocere sulla griglia 15 minuti, rigirando lo spiedino ogni 2-3 minuti.
Servire accompagnando con le verdure, lo yogurth e pane pita caldo.

Dolma - involtini di foglie di vite turchi (di Laura Ravaioli)


Il nome deriva da un verbo turco e significa "arrotolare": questi involtini vengono serviti come aperitivo e sono diffusi fino alla Grecia.


INGREDIENTI

foglie di vite (sbollentate 10 minuti in acqua salata e freddati passandole sotto il getto d'acqua fredda del rubinetto, poi asciugate su un canovaccio)
1 cipolla tritata
200 gr di riso agrana lunga (lavato e asciugato)
150 gr di uvetta (ammollata e strizzata)
100 gr di carne di agnello macinata
30 gr di pinoli
1 cucchiaino di cannella macinata
il succo di 1 limone
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
4 dl di acqua bollente


PROCEDIMENTO

Far appassire la cipolla in padella con l'olio, unire la carne facendola rosolare bene e sgranandola bene con una spatola.
Unire il riso e farlo tostare bene.
Unire il succo di 1/2 limone, la cannella, l'uvetta, i pinoli e mescolare bene.
Unire tutta l'acqua, abbassare al minimo e far asciugare il tutto: deve risultare molto asciutto e al dente.
Far raffreddare, distribuire due cucchiai di ripieno al centro di ogni foglia di vite (stesa con la parte lucida sotto) e chiudere piegando i due lembi laterali all'interno e arotolando a involtino.
Mettere gli involtini ottenuti in padella con il succo del 1/2 limone rimasto e poco olio.
Coprire con un piatto e un coperchio, per non farli muovere.
Cuocere 1 ora a fuoco basso.
Servire.

Acarajè - frittelle di fagioli brasiliane (di Laura Ravaioli)


Sono frittelle tipiche di Bahia, dove vengono vendute ad ogni angolo di strada in chioschi improvvisati.
Si dice che gli abitanti di Bahia ne mangino una media di almeno 4 a testa al giorno!


INGREDIENTI

500 gr di fagioli cannellini secchi
1 cipolla
1 mazzolino di coriandolo fresco (o menta)
sale
olio di palma per friggere


PROCEDIMENTO

Mettere nel mixer i fagioli secchi per sminuzzarli grossolanamente, poi metterli in una ciotola, riempirla d'acqua e lasciarli in ammollo per 24 ore.
Eliminare le bucce venute a galla e strofinare i fagioli fino a non trovare più bucce nell'acqua.
Scolare i fagioli e metterli nel mixer con la cipolla, il coriandolo e una presa di sale.
Tritare finissimo, fino ad ottenere un composto molto cremoso e omogeneo.
Scaldare abbondante olio di palma in una padella capiente e, quando è proto, mettere a cucchiaiate il composto nell'olio (1 cucchiaio = 1 frittella), avendo cura di non cuocerne troppe per volta per non abbassare troppo la temperatura dell'olio.
Girare le frittelle, portarle a cottura (devono risultare croccanti fuori e morbide dentro) e scolarle su carta assorbente.
Servirle subito, tagliandole a metà e farcendole con limao (salsa) o tabasco.

venerdì 11 aprile 2008

Muffins morbidi al limone



Questa deliziosa ricettina è di Flaminia, dalla community di Alice.
Sono muffin soffici soffici che, come dice lei, sanno di Primavera!


INGREDIENTI (per circa 18 muffins o 1 plumcake)

180 gr di farina 00
2 tuorli
2 uova intere
180 gr di zucchero semolato
200 gr di burro
2 cucchiai (30 gr) di miele
1 cucchiaino raso (10 gr) di lievito per dolci
1 pizzico di sale
la scorza e il succo di 1/2 limone


PROCEDIMENTO

Montare molto bene le uova con lo zucchero fino ad ottenere un impasto gonfio e bianco, poi aggiungere scorza e succo di limone.
A parte, sciogliere a fuoco dolce il burro, aggiungere il miele e il pizzico di sale.
Far raffreddare e unire al composto di uova.
Setacciare la farina unita al lievito e amalgamare con molta delicatezza.
Porre in stampini da muffin imburrati e infarinati (o in pirottini di carta) o in uno stampo da plumcake e cuocere in forno a 160°C per 20 minuti circa.
Sfornare, far freddare e cospargere con zucchero a velo o glassa al limone.
Ottimi per accompagnare il the.

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura