Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

venerdì 28 febbraio 2014

Risotto agli asparagi

Risotto con gli asparagi (10)
Risotto con gli asparagi (1)Risotto con gli asparagi (2)
Risotto con gli asparagi (3)Risotto con gli asparagi (4)
Risotto con gli asparagi (5)Risotto con gli asparagi (6)
Risotto con gli asparagi (7)Risotto con gli asparagi (9)
Ecco una ricetta che sa di Primavera: fresca, salutare e davvero gustosa!
La Primavera è alle porte, teniamoci pronti e impariamo a cucinare questo magnifico piatto vegetariano: mia mamma è specializzata in questo tipo di risotto, è il suo cavallo di battaglia… questa è la mia versione, semplice e di facile esecuzione, alla portata di tutti.
L’ingrediente di base deve rispecchiare l’eccellenza culinaria regionale emiliana, quindi consiglio vivamente di utilizzare l’asparago verde di Altedo IGP, prodotto nella zona tra Bologna e Ferrara, celebrato ogni anno nella Sagra dell’Asparago Verde di Altedo IGP.
Per questa ricetta usate il brodo vegetale: se non lo fate voi, utilizzate un granulare vegetale biologico, come quello proposto da  DialBio, da tenere in dispensa per risotti dell’ultimo momento!
Festeggiamo quindi la Primavera con questo buonissimo piatto vegetariano della tradizione emiliana!

INGREDIENTI (per 6 persone)

350 gr di riso carnaroli
300 gr di asparagi di Altedo
100 gr di burro
50 gr di parmigiano grattugiato
1,5 litri di brodo vegetale
1 cipolla
sale
pepe

PROCEDIMENTO

Lavare gli asparagi ed eliminare i pochi cm più duri della parte finale del gambo.
Tagliare le punte (circa 3 cm) e metterle da parte.
In una tegame antiaderente, far soffriggere la cipolla tritata con 50 gr di burro: una volta appassita la cipolla, farvi tostare il riso per qualche istante, finché comincia a sfrigolare.
Aggiungere al riso solo i gambi di asparagi tagliati a rondelline (le punte tenetele ancora da parte) e un mestolo di brodo caldo per volta, mescolando e precedendo nello stesso modo ogni volta che il riso si asciugherà.
Procedere così fino alla fine della cottura.
A cottura quasi ultimata unire le punte di asparagi e mescolare.
Regolare di sale, aggiungere una macinata di pepe fresco, il burro rimasto, il parmigiano, mezzo mestolo di brodo, mescolare bene, mettere il coperchio, spegnere il fuoco e "dimenticarsi" del riso lasciandolo riposare per circa 5 minuti.
Servire caldo.
***

giovedì 27 febbraio 2014

Spezzatino di manzo con verdure

Spezzatino di manzo con verdure (6)

Giol (3)Spezzatino di manzo con verdure (1)

Spezzatino di manzo con verdure (2)Spezzatino di manzo con verdure (3)

Spezzatino di manzo con verdure (4)Spezzatino di manzo con verdure (5)

Spezzatino di manzo con verdure

Lo spezzatino di manzo con verdure è uno dei piatti della tradizione della mia famiglia, una di quelle ricette che non trovi scritta nel ricettario della nonna, perché fatto di una consuetudine ormai assoldata, da azioni consolidate, senza percentuali esatte di ogni ingrediente, dosato invece con grande sapienza dall’esperienza.

Cercherò di riassumere quei gesti e quelle dosi, accompagnando il tutto da un buon vino rosso, un Rosso del Castello dell’Azienda Agricola Biologica Giol ad esempio, che dal 1427 produce vini in quel di Treviso, zona di tradizioni con radici rurali profonde, come la mia  amata Bologna.

 

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

500 gr di carne di manzo da spezzatino

400 gr di salsa di pomodoro

4 patate

4 carote

2 cipolle

2 coste di sedano

2 spicchi d’aglio

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Mettere in una larga casseruola (di coccio o di acciaio) tre cucchiai d’olio e unire le cipolle tagliate a tocchetti grossolani, poi la carne a cubi non troppo piccoli, facendola rosolare a fuoco vivo fino a che cambierà colore.

Abbassare la fiamma e unire le altre verdure a tocchetti non troppo fini, aggiungere una bella macinata di pepe e una presa di sale (o salamoia bolognese).

Unire la salsa di pomodoro, coprire d’acqua e far sobbollire a fiamma minima circa due ore: se si dovesse ritirare troppo, unire un bicchiere d’acqua di tanto in tanto.

Alla fine, lo spezzatino dovrà risultare sugoso, non asciutto, ma nemmeno brodoso; le verdure dovranno risultare cotte, ma non spappolate.

Regolare di sale e pepe, spegnere e coprire con il coperchio.

Far riposare una mezz’oretta e servire, accompagnando con abbondante pane per poter “tocciare il sugo”.

mercoledì 26 febbraio 2014

Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella

Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (11)

Giol (1)Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (1)

Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (2)Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (3)

Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (4)Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (5)

Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (6)Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (7)

Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (9)Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella (10)

Crespelle con prosciutto cotto e mozzarella

Questa ricetta la cucino spesso per amici e familiari ed è moto apprezzata: servite le vostre crespelle con un buon vino biologico, io vi consiglio il Pinot Grigio dell’ Azienda Agricola Biologica Giol, che si sposa benissimo con questa pietanza e potete gustarlo a tutto pasto.

 

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

Per le crespelle:

200 gr di farina 
2 uova
400 ml di latte
1 pizzico di sale
burro

Per il condimento:

4 mozzarelle da circa 125 gr l’una

400 gr di prosciutto cotto affettato

250 ml di panna fresca

parmigiano grattugiato

 

PROCEDIMENTO
Per le crespelle: sgusciare le uova in una ciotola, aggiungere il sale e sbattere con una frusta.
A parte, versare la farina setacciata in una ciotola e diluirla a poco a poco con il latte mescolando bene perché non si formino grumi.

Unire il composto alle uova e amalgamare bene con una frusta.
Coprire e far riposare per 30 minuti in luogo tiepido.
Ungere una padellina antiaderente a fondo spesso (io uso una piastra tonda di ghisa) con pochissimo burro (operazione da fare per ogni crespella), farlo scaldare leggermente e versarvi sopra un mestolino di composto che ricopra la superficie solamente velandola.
Muovere la padella per distribuire il composto, staccare i bordi con una spatolina di plastica e rigirare la crespelle cuocendola pochissimo anche dall'altro lato (deve risultare appena colorata).
Togliere la crespelle dal fuoco, porla su un piatto e impilare una sull'altra le crespelle man mano che si cuociono.

Per completare: mettere una crespella stesa sul piano di lavoro e ricoprirla con una fetta di prosciutto cotto, poi  spezzettare un po’ di mozzarella e spargerla sul prosciutto.

Arrotolare la crespella e disporla in una teglia da forno unta con il burro: procedere nella stessa maniera con tutte le crespelle, aggiungendole nella teglia, fino a terminarle.

Versare sulle crespelle nella teglia la panna fresca, cercando di distribuirla su tutta la superficie: cospargere il tutto con parmigiano grattugiato e cuocere in forno preriscaldato a 180°C (se possibile, con la funzione “grill”) finché non saranno dorate (pochi minuti).

Sfornare, disporre due crespelle in ogni piatto e servire.

martedì 25 febbraio 2014

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (32)

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (20)Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (21)

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (22)Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (23)

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (24)Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (26)

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (28)Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (29)

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (30)Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro (31)

Orecchiette al sugo rosso piccante di cipolla e pomodoro

Le orecchiette sono un piatto veramente goloso e possono essere condite in svariati modi: in questa ricetta ho condito le mie orecchiette fresche fatte in casa (vedi ricetta: http://le-ricette-della-nonna.blogspot.it/2014/02/orecchiettericetta-base.html) con cipolla rossa di Tropea, peperoncino e passata di pomodoro biologica Rob del Bosco Scuro, un condimento vegetariano (e vegano!) semplice e delizioso, per mettere d’accordo tutti a tavola… a casa mia ne vanno matti tutti, sia vegetariani che carnivori!

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

600 gr di orecchiette fresche

400 gr di passata di pomodoro

2 cipolle di Tropea

peperoncino piccante essiccato (a piacere)

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Tritare grossolanamente la cipolla e soffriggerla in una casseruola assieme a tre cucchiai di olio: unire la passata di pomodoro, il peperoncino sbriciolato, una presa di sale e una macinata di pepe.

Aggiungere un bicchiere di acqua e far ritirare a fiamma bassa: il sugo dovrà risultare corposo, ma non asciutto.

Regolare di sale e pepe: spegnere e tenere da parte.

Lessare le orecchiette in abbondante acqua bollente salata e scolarle appena riaffiorano: condirle con il sugo e servire subito.

lunedì 24 febbraio 2014

Crespelle vegetariane con cipolla rossa, funghi e mozzarella

Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (13)

Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (4)Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (5)

Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (6)Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (7)

Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (8)Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (9)

Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (11)Crespelle vegetariane con cipolla rossa e funghi (12)

Crespelle vegetariane con cipolla rossa, funghi e mozzarella

INGREDIENTI (per 4 persone)

Per le crespelle:

200 gr di farina
2 uova
400 ml di latte
1 pizzico di sale
burro

 

Per il condimento:

4 mozzarelle da circa 125 gr l’una

1 kg di funghi champignon freschi

2 cipolle di Tropea

1 spicchio d’aglio

prezzemolo fresco tritato

250 ml di panna fresca

parmigiano grattugiato

olio extravergine d’oliva

sale

 

PROCEDIMENTO

Per le crespelle: sgusciare le uova in una ciotola, aggiungere il sale e sbattere con una frusta.
A parte, versare la farina setacciata in una ciotola e diluirla a poco a poco con il latte mescolando bene perché non si formino grumi.

Unire il composto alle uova e amalgamare bene con una frusta.
Coprire e far riposare per 30 minuti in luogo tiepido.
Ungere una padellina antiaderente a fondo spesso (io uso una piastra tonda di ghisa) con pochissimo burro (operazione da fare per ogni crespella), farlo scaldare leggermente e versarvi sopra un mestolino di composto che ricopra la superficie solamente velandola.
Muovere la padella per distribuire il composto, staccare i bordi con una spatolina di plastica e rigirare la crespelle cuocendola pochissimo anche dall'altro lato (deve risultare appena colorata).
Togliere la crespelle dal fuoco, porla su un piatto e impilare una sull'altra le crespelle man mano che si cuociono.

Per i funghi trifolati con la cipolla: pulire e spuntare i funghi, tagliarli a fettine sottili e saltarli a fuoco vivo in una larga padella con due cucchiai di olio, la cipolla a fette, uno spicchio d’aglio e una manciata di prezzemolo tritato; regolare di sale e spegnere.

Per completare le crespelle: mettere una crespella stesa sul piano di lavoro e ricoprirla con una manciata di funghi trifolati con la cipolla, poi spezzettare un po’ di mozzarella e spargerla sui funghi.

Arrotolare la crespella e disporla in una teglia da forno unta con il burro: procedere nella stessa maniera con tutte le crespelle, aggiungendole nella teglia, fino a terminarle.

Versare sulle crespelle nella teglia la panna fresca, cercando di distribuirla su tutta la superficie: cospargere il tutto con parmigiano grattugiato e cuocere in forno preriscaldato a 180°C (se possibile, con la funzione “grill”) finché non saranno dorate (pochi minuti).

Sfornare, disporre due crespelle in ogni piatto e servire.

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (12)

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (1)Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (2)

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (3)Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (5)

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (7)Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (8)

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (6)Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (9)

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (10)

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante (11)

Risotto alle seppie con peperoncino fresco piccante

Questo risotto dal profumo di mare porta con se la nota piccante del peperoncino fresco e va servito con un ottimo vino bianco d’accompagnamento: io ho scelto il Prosecco Spumante Brut Mirage dell’Azienda Agricola Biologica Giol, attiva dal 1427 nella zona di Treviso, famosa per l’eccellenza dei suoi vini.

 

INGREDIENTI (per 6 persone)

1 kg di seppie
450 gr di riso carnaroli
1 cipolla
3 spicchi d'aglio 
2 peperoncini rossi piccanti freschi
brodo vegetale 
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

 

PROCEDIMENTO
Pulire le seppie togliendo osso, becco, occhi e pasto: sciacquarle velocemente e tagliarle a listarelle sottili.
In una capace casseruola soffriggere la cipolla tritata fine in due cucchiai di olio, aggiungere le seppie e farle cuocere qualche istante, fino a quando saranno diventate bianche.
Aggiungere il riso e farlo insaporire assieme alle seppie: portare a cottura avendo cura di aggiungere brodo vegetale bollente ogni volta che il risotto si asciuga.
Cuocere a fuoco bassissimo, facendo appena sobbollire il risotto.
Terminata a cottura del riso, regolare di sale e pepe, togliere dal fuoco e aggiungere il peperoncino piccante affettato.
Mescolare bene e servire subito.

Popcorn nel tegame

Popcorn nel tegame (6)

Popcorn nel tegame (1)Popcorn nel tegame (3)

Popcorn nel tegame (4)Popcorn nel tegame (5)

Popcorn nel tegame

I popcorn come li faceva mia nonna Gianna sono insuperabili, hanno il sapore dei ricordi, il profumo inebriante che inondava la casa… come lei li faccio in un vecchio tegame smaltato, da usare solo per fare popcorn, perché si bruciacchierà irrimediabilmente e non potrà più essere usato per fare altro.

Non sono sciapi e insapori come quelli fatti con la macchinetta, né unti e burrosi come quelli al burro delle confezioni da microonde: hanno quel certo non so che, quel sapore unico della memoria, delle azioni tramandate, perfino quelli un po’ più abbrustoliti e bruciacchiati sul fondo hanno il loro perché!

Cosa aspettate a fare anche voi i vostri popcorn salutari e genuini?

Non esagerate col sale, mi raccomando, ed otterrete una merenda economica e deliziosa a cui i bambini non sapranno resistere!

 

INGREDIENTI (per una grande ciotola di popcorn)

500 gr di chicchi di mais per popcorn biologici

olio extravergine d’oliva

sale fino

 

PROCEDIMENTO

Mettere tre cucchiai di olio in una grande pentola smaltata, poi versarvi quattro cucchiai di chicchi di mais e coprire con il coperchio (che dovrà aderire bene al tegame, senza spazi vuoti, altrimenti l’olio schizzerà quando scuoterete il tegame).

Scuotere spesso il tegame tenendolo per i manici e con il coperto ben chiuso, fino a che i chicchi non avranno smesso di scoppiare: se non lo scuoterete di continuo, i popcorn si attaccheranno sul fondo.

Quando non si sentiranno più scoppi, togliere velocemente il coperchio  e versare i popcorn in una grande ciotola, salandoli con una manciata di sale e mescolandoli bene per distribuirlo uniformemente.

Ripetere l’operazione mettendo di nuovo olio e chicchi nel tegame, fino a terminare i chicchi.

Servire i popcorn caldi.

Una volta freddi, si possono mettere in un contenitore ermetico per alimenti per conservarli alcuni giorni, ma perderanno la loro fragranza (meglio consumarli subito!).

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura