Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

lunedì 26 maggio 2014

Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna

Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna (6)

Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna (1)Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna (2)

Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna (3)Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna (4)

Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna (5)

Avocado con miele, pecorino e zucchero di canna

Sfizioso antipasto, golosa merenda… questo piatto può essere davvero tutto ciò che desiderate!

Profuma di esotico, grazie al meraviglioso avocado biologico Biosiculà, anche se esotico rimane solo nell’antica origine, in quanto questo viene ora coltivato in Sicilia!

Io l’ho associato ad altre eccellenze gastronomiche come il pecorino sardo, il miele millefiori e un pizzico di zucchero di canna integrale Fairtrade, creando un connubio di sapori genuini, buoni e sani.

 

INGREDIENTI

avocado

miele millefiori

pecorino sardo

zucchero di canna integrale

 

PROCEDIMENTO

Tagliare a metà per il lungo l’avocado, togliendo il nocciolo e ricavandone due metà.

Adagiare metà avocado su un piatto con il taglio verso l’alto.

Riempire il buco lasciato vuoto dal nocciolo con un cucchiaino di miele.

Creare delle scagliette di pecorino e inserirle nel miele, facendole fuoriuscire per metà.

Spolverare delicatamente con zucchero di canna e servire subito.

martedì 13 maggio 2014

Fileja con panna, piselli e semi di papavero

Fileja con panna, piselli e semi di papavero (7)

Fileja con panna, piselli e semi di papavero (0)Fileja con panna, piselli e semi di papavero (1)

Fileja con panna, piselli e semi di papavero (4)Fileja con panna, piselli e semi di papavero (6)

Fileja con panna, piselli e semi di papavero

Mi piace rivisitare i piatti della tradizione in versione vegetariana: questa è la volta della classica pasta panna, prosciutto e piselli “tradotta” per chi non mangia carne in un delizioso piatto di pasta panna, piselli e semi di papavero biologici Sarchio.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di pasta

200 gr di piselli freschi o surgelati

100 ml di panna da cucina

semi di papavero

parmigiano

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata assieme ai piselli, scolare al dente e condire con la panna, mescolando delicatamente per amalgamare, aggiungendo un filo di olio se dovesse risultare troppo asciutta.

Distribuire la pasta nei piatti individuali, cospargere con semi di papavero e completare con una spolverata di parmigiano grattugiato fresco.

Servire subito.

mercoledì 7 maggio 2014

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (11)

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (0)Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (1)

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (2)Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (3)

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (4)Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (5)

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (6)Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (7)

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (8)Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi (9)

Gelato di panna, mascarpone e latte di cocco con croccantino di arachidi

Questo gelato è croccante e goloso: può essere servito a fine pasto, a merenda… è buonissimo!

Per questa ricetta ho utilizzato il latte di cocco Italia World Wide, che ha dato un tocco delicato ed esotico a questo strepitoso dessert.

 

INGREDIENTI (per 6 persone)

Per il gelato:

250 gr di mascarpone

250 ml di panna fresca da montare

200 ml di latte di cocco

6 cucchiai di zucchero semolato

 

Per il croccante:

100 gr di arachidi sgusciate

4 cucchiai di zucchero semolato

 

PROCEDIMENTO

Per il croccante: sciogliere lo zucchero a fuoco basso in un pentolino antiaderente; appena comincia a caramellare aggiungere le arachidi (private della pellicina), mescolando.

Appena il tutto sarà ben amalgamato e caramellato (attenzione a non far scurire troppo il caramello, altrimenti sarà amaro), versare il composto su carta oleata o su una teglia unta con un velo d’olio: far solidificare e tritare il tutto al mixer non troppo finemente.

Per il gelato: montare bene la panna con due cucchiai di zucchero fino ad ottenere una panna montata ben ferma.

A parte, mescolare con la frusta il mascarpone e il rimanente zucchero, unire il latte di cocco e continuare a mescolare.

Unire delicatamente la panna montata al composto di mascarpone, mescolando dal basso verso l’alto, fino ad amalgamare bene il tutto.

Prendere sei stampini di silicone monoporzione e distribuirvi un po’ di croccante tritato sul fondo: versarvi il composto cremoso e livellare.

Mettere in freezer almeno per due ore prima di servire.

martedì 6 maggio 2014

Spaghetti di riso vegan con verdure e funghi

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (11)

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghiSpaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (1)

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (2)

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (3)Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (4)

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (5)Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (6)

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (7)Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (8)

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (9)Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (10)

Spaghetti cinesi vegan con verdure e funghi (12)

Spaghetti di riso vegan con verdure e funghi

La cucina cinese mi piace tantissimo, soprattutto l’uso del wok per saltare velocemente le verdure, lasciandole croccanti e senza far perdere loro le proprietà nutritive, che solitamente si perderebbero con cotture più lunghe.

Il taglio delle verdure è essenziale: vanno tagliate a listarelle sottili, in diagonale, “alla cinese” appunto.

Per questa ricetta ho utilizzato i piselli finissimi biologici Sarchio.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

300 gr di spaghetti di riso

300 gr di funghi champignon freschi

200 gr di piselli finissimi

2 carote

2 spicchi d’aglio

1 piccola verza

1 cipolla di Tropea

salsa di soia

olio di semi di girasole

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Mettere a bagno gli spaghetti di riso in una grande ciotola, coprendoli con acqua a temperatura ambiente, per una ventina di minuti.

Tagliare, separatamente, le cipolla, aglio, carote, verza e funghi

Scaldare il wok e aggiungere due cucchiai di olio: soffriggervi la cipolla, aggiungere l’aglio, le carote, i funghi e la verza, aggiungendoli in sequenza e saltandoli velocemente nel wok per pochi istanti a fuoco vivo.

Aggiungere sale, pepe e mescolare.

Scolare gli spaghetti lasciandoli un po’ umidi, aggiungerli alle verdure nel wok assieme ai piselli scolati e saltare tutto assieme mescolando velocemente a fiamma vivace.

Aggiungere la salsa di soia a piacere (verificare il colore e il sapore desiderati), facendo attenzione a non aggiungerne troppa, con il rischio di ottenere un piatto troppo salato.

Mescolare velocemente, disporre in ciotoline di coccio e servire subito.

lunedì 5 maggio 2014

Patatine fritte casalinghe con ketchup

Patatine fritte casalinghe con ketchup (8)

Patatine fritte casalinghe con ketchup (1)Patatine fritte casalinghe con ketchup (2)

Patatine fritte casalinghe con ketchup (3)Patatine fritte casalinghe con ketchup (4)

Patatine fritte casalinghe con ketchup (5)Patatine fritte casalinghe con ketchup (6)

Patatine fritte casalinghe con ketchup (7)Patatine fritte casalinghe con ketchup (9)

Patatine fritte casalinghe con ketchup

Le patatine fritte vengono spesso dipinte come cibo spazzatura, da evitare assolutamente: sono d’accordo se si tratta di cibo industriale fritto in oli scadenti, ma se si utilizzano ingredienti sani, perché non concederci una bella porzione di patatine fritte casalinghe una volta ogni tanto?

Venerdì mattina ho trovato al mercato delle favolose patate nuove, con ancora la terra attaccata… non ho resistito e le ho comprate, già con in mente una bella padellata di patate da friggere in un buon olio extravergine d’oliva biologico e da servire assieme al ketchup biologico Rob del Bosco Scuro… un successone!

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

2 kg di patate nuove

olio extravergine d’oliva

aglione (salamoia bolognese)

ketchup

 

PROCEDIMENTO

Pelare le patate, lavarle e tagliarle a bastoncini spessi poco più di mezzo cm: io utilizzo uno speciale attrezzo per tagliarle che crea delle bellissime patatine a zig-zag, davvero belle da vedere!

Sciacquare le patate sotto acqua corrente finché l’acqua risulterà chiara (avranno esaurito l’amido) e asciugarle bene sopra un canovaccio pulito.

Friggerle in abbondante olio in una capace pentola, formando un unico strato e facendo attenzione a non ammassarle: non muovere le patate fino a che non prenderanno colore.

Appena risulteranno leggermente dorate, rigirarle delicatamente e terminare la cottura: non dovranno scurirsi ma solo rosolarsi e diventare croccanti fuori e morbide dentro.

Scolarle con una schiumarola su carta assorbente, asciugandole bene dall’olio in eccesso.

Salare con un po’ di aglione, mescolare delicatamente e servire subito, accompagnando con il ketchup.

domenica 4 maggio 2014

Fileja con panna, prosciutto e piselli

Fileja con panna, prosciutto e piselli (4)

Fileja con panna, prosciutto e piselli (1)Fileja con panna, prosciutto e piselli (2)

Fileja con panna, prosciutto e piselli (3)Fileja con panna, prosciutto e piselli (4)

Fileja con panna, prosciutto e piselli

La fileja è una pasta di semola tipica calabrese che raccoglie i condimenti in maniera invidiabile: io l’ho servita per la classica ricetta della pasta panna, prosciutto e piselli e il risultato è stato davvero apprezzato!

Per questa ricetta ho utilizzato la fileja Fiorillo di Eterni Sapori di Calabria.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

500 gr di fileja

200 gr di piselli sgranati freschi o surgelati

100 gr di panna da cucina

100 gr di prosciutto cotto in un’unica fetta

50 gr di parmigiano grattugiato

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Lessare la pasta assieme ai piselli in una capace pentola colma di acqua bollente salata.

Scolare la pasta, metterla nuovamente nel tegame e condire con la panna, il parmigiano, il prosciutto tagliato a cubetti, un filo d’olio e una grattugiata di pepe.

Mescolare delicatamente, amalgamare bene e distribuire nei piatti individuali.

Servire subito.

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (25)

Lattanzi (1)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (2)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (3)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (4)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (5)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (6)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (7)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (8)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (11)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (12)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (14)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (16)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (17)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (18)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (19)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (20)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (21)Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (22)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi (28)

Tagliolini freschi all'uovo ai funghi

I tagliolini freschi all’uovo sono eccezionali con tanti condimenti, ma con questo sughetto cremoso ai funghi sono davvero una delizia!

Assieme a degli ottimi funghi champignon freschi biologici ho utilizzato una manciata di funghi porcini secchi biologici Lattanzi, che hanno dato una sferzata di gusto a questo fantastico piatto vegetariano.

 

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

Per i tagliolini:

4 uova

400 gr di farina 0

farina per la spianatoia

 

Per il condimento:

500 gr di funghi champignon freschi

1 manciata di funghi porcini secchi

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

prezzemolo fresco (a piacere)

olio extravergine d’oliva

farina

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Per il sughetto di funghi: tritare aglio e cipolla e farli appassire in un tegame di coccio capiente.

Unire i funghi secchi (ammollati e strizzati bene) e i funghi freschi tagliati a fettine; cuocere a fiamma viva i funghi fino a fari ammorbidire.

Abbassare la fiamma, aggiungere sale, pepe, due manciate di farina e un bicchiere d’acqua: mescolare per far sciogliere la farina ed ottenere un sughetto cremoso.

Regolare di sale e pepe, coprire e tenere in caldo.

Per i tagliolini: fare la fontana con la farina, mettere al centro le uova e sbatterle leggermente con la forchetta, incorporando lentamente la farina.

Impastare a mano fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea, morbida, ma non appiccicosa: formare una palla, metterla in una ciotola, coprire con un piatto e farla riposare mezz’ora (risulterà più facile tirarla con il mattarello).

Stendere  la pasta con il mattarello fino ad ottenere una pasta liscia e sottile (2-3 mm): stenderla ad asciugare sopra una tovaglia pulita per circa un’ora (far attenzione a non farla asciugare troppo: il tempo dipende anche dalla temperatura esterna).

Tagliare i tagliolini sottili con una coltellina ben affilata, poi stenderli su un canovaccio pulito, rivoltandoli di tanto in tanto perché non si ammassino troppo e aggiungendo un po’ di farina all’occorrenza.

A questo punto, i tagliolini sono pronti per essere lessati in una capace pentola colma di acqua bollente salata: scolarli appena raggiungono il bollore nuovamente e condirli con il sughetto di funghi, aggiungendo un filo d’olio a crudo e prezzemolo tritato fresco a piacere.

Mescolare delicatamente, disporre nei piatti individuali e servire subito.

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura