Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

lunedì 27 luglio 2015

Aglione (salamoia bolognese)

Aglione (1) (640x480)Aglione (2) (480x640)
Aglione (salamoia bolognese)
L’aglione è la salamoia bolognese: è uno dei simboli culinari della mia famiglia e guai se non c’è almeno un vasetto di questo mix profumato in dispensa… magari anche due, sai, non si sa mai che venga qualcuno e che ne voglia un po’! E’ versatilissimo, si usa come il sale, ma conferisce un sapore deciso e di carattere a intingoli e preparati di tutti i tipi, anche se il suo utilizzo maggiore è per la carne alla griglia, arrosto e in padella.

INGREDIENTI (per 2 vasi da 250 gr)

    • 500 gr di mezzo sale (né grosso, né fino)
    • 1 bel ramo di rosmarino
    • 1 ramo di salvia
    • 2/3 spicchi d’aglio


PROCEDIMENTO

  • Tritare fini a coltello l’aglio, la salvia e i rosmarino, mescolarli al sale (che si può reperire dal macellaio di fiducia) e amalgamare bene.
  • Mettere il composto nei vasi e conservarlo in dispensa non troppo a lungo (altrimenti perde il profumo).
  • Usare per condire carne di tutti i tipi, ma anche sughi e pietanze di ogni tipo.

domenica 26 luglio 2015

Foglie di salvia fritte

Cotolette di salvia (16)
Cotolette di salvia (1) Cotolette di salvia (2)
Cotolette di salvia (3) Cotolette di salvia (4)
Cotolette di salvia (5) Cotolette di salvia (6)
Cotolette di salvia (7) Cotolette di salvia (8)
 Cotolette di salvia (10) Cotolette di salvia (12) 
Cotolette di salvia (14) Cotolette di salvia (17)
Le mie zie hanno una splendida pianta di salvia gigante, quella con le foglie enormi: me ne portano sempre, perché io adoro farle fritte, tipo cotolette e ci farcisco i panini, ma mi piacciono anche cotte e mangiate!
Quando non ho pangrattato disponibile, metto nel mixer due pacchetti di crackers e il gioco è fatto: se sono salati, non salate le uova.
Provate questa ricetta… che ha un unico problema: mentre voi friggerete ai fornelli, le foglie dia salvia fritte già pronte spariranno in un battibaleno… e voi rischierete di rimanere a bocca asciutta!

INGREDIENTI
    • foglie di salvia gigante
    • uova
    • farina
    • pangrattato
    • sale
    • pepe
    • olio per friggere

PROCEDIMENTO
  • Preparare tre ciotole: una con dentro il pangrattato, una con la farina e una con le uova sbattute con un pizzico di sale e pepe.
  • Lavare le foglie di salvia velocemente e farle asciugarle bene sopra un canovaccio pulito.
  • Passare le foglie di salvia nella farina, poi nell’uovo, poi nel pangrattato, premendo bene perché si attacchi uniformemente.
  • Preparare una larga padella con abbondante olio bollente: immergervi, poche per volta, le foglie di salvia, rigirandole dopo pochi istanti (devono risultare dorate).
  • Scolarle su carta assorbente e servire subito.

venerdì 3 luglio 2015

Bevanda fresca alla menta piperita

Bevanda fresca alla menta piperita (6)
Bevanda fresca alla menta piperita (1)Bevanda fresca alla menta piperita (2)
Bevanda fresca alla menta piperita (3)Bevanda fresca alla menta piperita (4)
Bevanda fresca alla menta piperita (5)Bevanda fresca alla menta piperita (7)
 
Coltivare la menta è un gioco da ragazzi: cresce in fretta e rigogliosa, anche se è un po’ invadente: nell’orto bisogna tenerla d’occhio, altrimenti si espande troppo e soffoca le altre piante… ma le si perdona tutto, non appena la si annusa e ci regala la sua essenza inebriante…
Io coltivo la menta in terrazzo  e nell’orto: ne ho diversi tipi, ma quella piperita è quella più profumata di tutte.
Mano a mano che mi serve in cucina, a taglio con le forbici quasi rasoterra… in pochi giorni è già alta come rima e le foglioline nuove saranno un’esplosione di verde profumato pronte ad essere utilizzate di nuovo.
Questa bevanda è pensata per l’estate, quando fa così caldo da desiderare solo bevande fresche e poco complicate: sicuramente vi rinfrescherà e sarà più salutare di tutte le bibite in bella vista sugli scaffali dei supermercati, studiate apposta per farci venire sempre più sete, data la grande quantità di zuccheri, aromi e coloranti che le caratterizzano!
Per questa ricetta ho utilizzato acqua del rubinetto (che è più sicura, economica ed ecosostenibile dell’acqua in bottiglia!), menta direttamente dal mio balcone (è importante usare menta di origine biologica, altrimenti vi berrete anche gli anticrittogamici!) e lo zucchero semolato 100% italiano di Italia Zuccheri.
 
INGREDIENTI (per 2 litri)
    • acqua 2 litri
    • zucchero semolato 2 cucchiai
    • menta piperita 1 manciata

 
PROCEDIMENTO
  • Mettere acqua e zucchero in un pentolino e scaldare sul gas fino a che lo zucchero si sarà sciolto.
  • Spegnere, unire la menta appena colta, strappando anche qualche foglia con le mani per far uscire l’essenza profumata.
  • Mettere il coperchio e far raffreddare a temperatura ambiente.
  • Filtrare il liquido con un colino e versarlo in una caraffa o in bottiglia.
  • Conservare al fresco in frigorifero e servire la bevanda fredda, guarnendo con un rametto di menta fresca.
  • Si conserva qualche giorno in frigorifero.

giovedì 2 luglio 2015

Parmigiana con melanzane grigliate

Parmigiana con melanzane grigliate (16)
Parmigiana con melanzane grigliate (0) - CopiaParmigiana con melanzane grigliate (1)
Parmigiana con melanzane grigliate (2)Parmigiana con melanzane grigliate (3)
Parmigiana con melanzane grigliate (4)Parmigiana con melanzane grigliate (5)
Parmigiana con melanzane grigliate (6)Parmigiana con melanzane grigliate (7)
Parmigiana con melanzane grigliate (8)Parmigiana con melanzane grigliate (9)
Parmigiana con melanzane grigliate (10)Parmigiana con melanzane grigliate (11)
Parmigiana con melanzane grigliate (14)Parmigiana con melanzane grigliate (15)
La parmigiana di melanzane è un piatto estivo che io adoro.
Nella versione siciliana originale le melanzane sono fritte, quindi non è che la possa cucinare così spesso: questa è la ricetta che va per la maggiore a casa mia, con le melanzane grigliate… così ne posso mangiare quante mi pare!!
Per questa ricetta potete usare un sughetto preparato con i pomodori dell’orto, ma se volete affrettare i tempi, vi consiglio di utilizzare l’ottima passata di pomodoro biologica Sarchio e di grigliare le melanzane il giorno prima: all’ultimo momento dovrete solo assemblare il piatto e passarlo qualche minuto in forno.
Servite la parmigiana tiepida o fredda: una bontà!
 
INGREDIENTI (per 4/6 persone)
    • melanzane violette (quelle grandi e tonde) 3
    • mozzarelle 3
    • passata di pomodoro 400 g
    • parmigiano grattugiato
    • basilico fresco
    • olio extravergine d’oliva
    • sale
    • pepe

 
PROCEDIMENTO
  • Lavare le melanzane, spuntarle e tagliarle a fette di circa 1/2 cm di spessore: cuocerle su una griglia da entrambi i lati (potete cuocerle anche il giorno prima, raffreddarle e conservarle in frigorifero in un contenitore di vetro per alimenti).
  • Sporcare una teglia rettangolare con due o tre cucchiai di salsa di pomodoro, adagiarvi uno strato di melanzane (vicine, ma non accavallate), poi un po’ di salsa di pomodoro (non troppa, giusto per colorare le melanzane), qualche fogliolina di basilico,  pezzetti di mozzarella, un pizzico di sale e pepe e una bella manciata di parmigiano.
  • Proseguire in questo modo formando almeno tre strati e terminando con il parmigiano grattugiato.
  • Terminare con un filo d’olio crudo e infornare a 180°C per circa 15/20 minuti, fino allo scioglimento della mozzarella.
  • Sfornare, far raffreddare e servire tiepida.

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura