Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

domenica 31 gennaio 2016

Allenare le difese


Allenare le difese

Scritto da Francesco Bottaccioli per Tecniche Nuove, "Allenare le difese" è un manuale pratico che ci aiuta a conoscere le caratteristiche del nostro sistema immunitario.

Con parole semplici e precise vengono esposte terapie naturali per prevenire e curare diverse patologie, allenando le nostre difese naturali e ripristinando gli equilibri del nostro organismo.

Dopo una prima parte teorica, si passa a quella pratica a cura di Antonia Carosella, che ci offre molti ricette interessanti per cucinare in maniera semplice e gustosa gli ingredienti che più fanno bene alla nostra salute, con un occhio di riguardo per la cucina vegetariana agli alimenti di origine biologica.

Un libro veramente interessante, da comprare per sé o da regalare a una persona che abbia voglia di sperimentare un nuovo modo di affrontare il benessere psicofisico e la salute in genere.



***
Allenare le difese
Francesco Bottaccioli/Antonia Carosella
2001
128 pagine
7,90 euro
***

mercoledì 27 gennaio 2016

Pasta senza glutine con panna e lenticchie





Pasta senza glutine con panna e lenticchie

La pasta con le lenticchie è uno dei miei piatti preferiti: questa è una versione senza glutine, adatta anche per chi è celiaco.

Per questa preparazione ho utilizzato la pasta biologica senza glutine di Piaceri Mediterranei, che rimane piacevolmente al dente e raccoglia in maniera ottima il condimento.

INGREDIENTI (per 4 persone)

    • pasta senza glutine 400 g
    • lenticchie secche 200 g
    • panna fresca 200 ml
    • cipolla 1
    • spicchio d’aglio 1
    • olio extravergine d’oliva
    • sale
    • pepe




PROCEDIMENTO

  • Far soffriggere aglio e cipolla tritati in una casseruola con tre cucchiai di olio.
  • Unire le lenticchie e mescolare, facendo insaporire per qualche istante.
  • Aggiungere la panna, una presa di sale, una macinata di pepe e un bicchiere d’acqua: portare a bollore, poi abbassare al minimo e cuocere per una trentina di minuti, aggiungendo acqua se si asciuga troppo.
  • Quando le lenticchie saranno cotte e il sugo ritirato (ma non asciutto), regolare di sale e pepe, spegnere, coprire e tenere da parte.
  • Lessare la pasta in una pentola con abbondante acqua bollente salata, scolare al dente e condire.
  • Distribuire nei piatti individuali e servire subito.

mercoledì 20 gennaio 2016

Bignè (pasta choux - ricetta base)

Bignè (pasta choux - ricetta base) (13)
BignèBignè (pasta choux - ricetta base) (1)
Bignè (pasta choux - ricetta base) (2)Bignè (pasta choux - ricetta base) (3)Bignè (pasta choux - ricetta base) (4)Bignè (pasta choux - ricetta base) (5)
Bignè (pasta choux - ricetta base) (6)Bignè (pasta choux - ricetta base) (7)
Bignè (pasta choux - ricetta base) (8)
Bignè (pasta choux - ricetta base) (9)Bignè (pasta choux - ricetta base) (10)
Bignè (pasta choux - ricetta base) (11)
Bignè (pasta choux - ricetta base)
Questi bignè sono facilissimi da fare e sono davvero un'ottima soluzione per un dolce dell'ultimo minuto, come base per il profitteroles o come stuzzichini farciti, dolci e salati.
Per questa ricetta ho utilizzato il burro biologico Montanari & Gruzza.

INGREDIENTI (per circa 20 bignè)
    • farina 100 g
    • burro 100 g
    • 3
    • sale 1 pizzico
    • acqua 200 ml


PROCEDIMENTO
  • Mettere in un pentolino antiaderente l'acqua e farvi sciogliere il burro. 
  • Aggiungere la farina (precedentemente setacciata) tutta in una volta e il sale. 
  • Mescolare continuamente con il cucchiaio di legno finché l'impasto non si stacca bene dalle pareti del pentolino. 
  • Togliere dal fuoco, mettere l'impasto sul piano di lavoro o in una ciotola e far raffreddare. 
  • Versare l'impasto in una ciotola e aggiungervi un uovo per volta, mescolando con il cucchiaio di legno: è un passaggio molto importante e bisogna assolutamente che l'uovo precedente sia stato perfettamente amalgamato, prima di aggiungere il successivo. 
  • Quando il tutto è ben amalgamato, porre il composto dentro una tasca da pasticciere con la bocchetta tonda e liscia e formare i bignè direttamente sulla teglia foderata con carta da forno. 
  • Metterli un po' distanziati tra loro per evitare che si attacchino in cottura. 
  • Pareggiare le punte dei bignè con le dita bagnate, rendendoli più tondeggianti. 
  • Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti, poi abbassare a 100°C per farli asciugare bene (circa 30 minuti). 
  • Sfornare, far raffreddare e farcire a piacere.
  • Quando sono freddi e ben asciutti, i bignè possono essere conservati per qualche giorno a temperatura ambiente in contenitori ermetici.

domenica 10 gennaio 2016

Pancakes vegan senza zucchero

Pancakes senza uova (11)
Pancakes senza uova (1)Pancakes senza uova (6)
Pancakes senza uova (7)Pancakes senza uova (8)
Pancakes senza uova (9)Pancakes senza uova (10)
Pancakes senza uova (12)

Pancakes vegan senza zucchero

Ecco la versione vegan e senza zucchero dei famosi pancakes americani con sciroppo d’acero, gustosissimi a colazione e a merenda, per garantire ai nostri bambini cibo genuino, preparato in casa, pieno d’amore e di cose buone.
Per questa ricetta ho utilizzato la bevanda alla quinoa reale e riso di Naturavera Bio.

INGREDIENTI (per circa 12 pancakes)
    • bevanda di quinoa reale e riso 350 ml
    • farina 0 225 g
    • lievito per dolci 1 cucchiaino
    • sciroppo d’acero 2 cucchiai
    • sciroppo d’acero per completare
    • olio di semi per la piastra


PROCEDIMENTO
  • Mettere in una ciotola la bevanda alla quinoa e riso, la farina, il lievito e i due cucchiai di sciroppo d’acero: mescolare con cura con una frusta per dolci perché non si formino grumi.
  • Coprire con un piatto e far riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente: se si decide di preparare questo composto prima.
  • Ungere una padella antiaderente con una spennellata d'olio e versarvi un mestolino di composto: appena si formeranno dei piccoli buchi in superficie, si devono girare.
  • Cuocere tutti i pancakes allo stesso modo, ungendo la piastra ogni volta e girandoli una volta sola: man mano che saranno pronti, mettere i pancakes uno sull’altro in un piatto per mantenerli caldi.
  • Servire i pancakes con sciroppo d’acero versato a filo: da gustare rigorosamente caldi!

sabato 9 gennaio 2016

Pane soffice in tortiera







Pane soffice in tortiera

Questa ricetta è facile ed economica: permette di ottenere, con pochi gesti e in maniera davvero semplice 11 panini soffici in un'unica teglia.
Bello anche come centrotavola, questo pane soffice è davvero da provare!
Per la mia ricetta ho utilizzato la farina biologica semintegrale di grano tenero tipo 2, macinata a pietra Antico Molino Rosso: la potete trovare sul portale web NATUVERA BIO.

INGREDIENTI
  • farina semintegrale di grano tenero tipo 2 500 g
  • acqua 250 ml
  • lievito di birra 1/2 cubetto
  • olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • sale fino 1 cucchiaino
  • tuorlo d’uovo per spennellare 1
  • olio extravergine d'oliva per la teglia

PROCEDIMENTO
  • Mettere la farina in una ciotola con al centro il lievito sbriciolato, unire olio, acqua, sale e impastare pochi minuti, fino ad ottenere una palla omogenea.
  • Mettere la palla sotto una ciotola e farla lievitare 3 ore a temperatura ambiente.
  • Ricavare dall’impasto 11 palline.
  • Disporre le palline in una teglia da forno leggermente unta d'olio: far lievitare a temperatura ambiente fino a raddoppio (circa un’ora).
  • Spennellare tutta la superficie con il tuorlo d’uovo sbattuto.
  • Cuocere a 200°C per circa 15/20 minuti in forno ventilato.
  • Sfornare, far raffreddare e servire.

Garganelli con verza e salmone affumicato






Garganelli con verza e salmone affumicato

I garganelli all'uovo si sposano perfettamente con questo condimento delicato a base di verza e salmone: se si vogliono evitare i latticini, basta sostituire la panna con una crema di soia o riso.

INGREDIENTI (per 4 persone)

    • garganelli secchi all'uovo 300 g
    • salmone affumicato 200 g
    • verza 1 piccola
    • cipolla 1 piccola
    • aglio 1 spicchio
    • panna liquida 125 g
    • olio extravergine d'oliva
    • sale
    • pepe


PROCEDIMENTO

  • Far soffriggere leggermente la cipolla e l'aglio tritati finemente in poco olio, aggiungere il salmone spezzettato e farlo rosolare appena.
  • Aggiungere la verza tagliata a striscioline e mescolare.
  • Unire la panna e far ritirare leggermente.
  • Regolare di sale e pepe.
  • Spegnere e tenere da parte.
  • Lessare i garganelli in abbondante acqua salata, scolare al dente e mescolarli bene al condimento.
  • Completare con una bella macinata di pepe.
  • Servire subito.

venerdì 8 gennaio 2016

Mascarpone con amaretto al brandy e scaglie di cioccolato fondente











Mascarpone con amaretto al brandy e scaglie di cioccolato fondente

Il dolce al mascarpone è molto diffuso a Bologna e viene servito in varie maniere: semplice, con il cacao amaro, con le scaglie di cioccolato, con gli amaretti, con il liquore... questa è la versione preferita a casa mia.


INGREDIENTI (per 8 porzioni)


    • mascarpone 600 g
    • zucchero semolato 6 cucchiai
    • uova 5
    • brandy 1 bicchierino
    • cioccolato fondente 1 tavoletta (100 g)
    • amaretti secchi 8



PROCEDIMENTO

  • Montare i tuorli e lo zucchero con le fruste, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
  • Aggiungere il mascarpone e continuare a mescolare con le fruste per amalgamare bene il tutto.
  • A parte, con le fruste pulite, montare gli albumi con un pizzico di sale a neve fermissima.
  • Unire delicatamente gli albumi al resto, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno dal basso verso l’alto per non smontarli.
  • Disporre un amaretto sul fondo di ogni coppetta e versarvi un po' di brandy, tanto quanto basta a far bagnare bene il biscotto.
  • Versare il composto di mascarpone dentro ogni coppetta e sbattere leggermente sul piano di lavoro per livellare.
  • Riporre in frigorifero almeno un’ora prima di servire.
  • Al momento di servire, tagliare a coltello il cioccolato fondente ottenendo delle scaglie.
  • Se si vuole ottenere un semifreddo, si può congelare e tirare fuori dal freezer almeno mezz’ora prima di servire.

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura